Palazzo Chigi-Celsi-De Santis

Descrizione

Al suo interno decori d'epoca e cicli pittorici sacri. I Celsi sono presenti, fin dal XVI secolo, fra le fila della nobiltà monteluponese: imparentati con i conti Carradori, hanno favorito con consistenti donazioni patrimoniali i padri Gesuiti maceratesi con l'obbligo di fondare un collegio nella loro casa di Montelupone. Fra le varie opere realizzate va ricordata la costruzione della chiesa Collegiata nel 1735 a cura di don Antonio Celsi.

In origine di proprietà della Comunità Benedettina di S. Firmano, residenza invernale dei monaci e dimora estiva del commendatario dell'Abbazia, Cardinale Flavio Chigi, nipote di Papa Alessandro VII.

Al suo interno decori d'epoca e cicli pittorici sacri. I Celsi sono presenti, fin dal XVI secolo, fra le fila della nobiltà monteluponese: imparentati con i conti Carradori, hanno favorito con consistenti donazioni patrimoniali i padri Gesuiti maceratesi con l'obbligo di fondare un collegio nella loro casa di Montelupone. Fra le varie opere realizzate va ricordata la costruzione della chiesa Collegiata nel 1735 a cura di don Antonio Celsi.

Indirizzo

Via Borgianelli

Sede

  • Via Borgianelli

Modalità di accesso

Le modalità di accesso ai servizi si riferiscono alle diverse opzioni e misure messe in atto per consentire a tutte le persone di usufruire dei servizi offerti.

Ulteriori informazioni

Attualmente non visitabile

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?

Vuoi aggiungere altri dettagli?

Inserire massimo 200 caratteri