Tante iniziative per celebrare i trent’anni dalla frana

Galleria Drenante NordNel mese di novembre di trent’anni fa, era il 1980, Montelupone viveva uno dei suoi momenti più tragici, colpita dalla frana che provocò numerosi crolli e fu seguita da un rapido spopolamento del centro storico. Ma grazie alla tenacia e all’attaccamento dei suoi abitanti, un centro che molti ritenevano destinato all’abbandono e alla decadenza è rinato, partendo proprio da un’attenta e fondamentale opera di risanamento idrogeologico. Per ricordare i terribili momenti di trent’anni fa e ripercorrere il cammino fatto per la riqualificazione del paese, l’Amministrazione comunale sta organizzando una serie di eventi che coinvolgono tutta la cittadinanza.

La giornata di  sabato 27 novembre 2010 sarà dedicata agli studenti della scuola secondaria di primo grado “Padre Clemente Bendettucci”: presso l’aula magna dell’istituto scolastico di via De Gasperi si svolgerà in mattinata un incontro guidato dal geologo Luigi Morgoni, il quale spiegherà ai ragazzi ciò che è avvenuto nel 1980 e come si è riusciti a tornare alla normalità ripristinando le condizioni di sicurezza ed arrestando un dissesto idrogeologico legato all’infiltrazione incontrollata di acqua nel sottosuolo. Successivamente, le classi coinvolte si recheranno in visita alla Galleria Drenante Nord, lunga quasi 500 metri, che costituisce l’elemento fondamentale dell’opera di risanamento idrogeologico del Borgo: qui i dreni permettono il deflusso delle acque dal terreno impedendo i fenomeni di infiltrazione e innalzamento della falda che originarono i movimenti franosi.

A guidare i giovani in questa importante esperienza saranno i volontari della Protezione Civile cittadina, insieme al sindaco Giuseppe Ripani e al vicesindaco e assessore alla Pubblica Istruzione Arianna Eusepi. “Riteniamo importantissimo far conoscere alle nuove generazioni la storia di Montelupone – afferma la Eusepi – e proprio per questo stiamo cercando di coinvolgere i ragazzi delle scuole in numerose iniziative: basti pensare che questa settimana, oltre alla visita alla Galleria Drenante, gli studenti delle medie hanno potuto ammirare la mostra d’arte satirica “L’Italia s’è desta”, mentre gli alunni delle elementari hanno visitato con grande interesse il Museo d’Arti e Mestieri antichi, altro patrimonio da non disperdere per capire chi siamo e da dove veniamo”.

E per le prossime settimane sono in programma altri eventi legati al trentennale della frana, in modo da coinvolgere tutta la cittadinanza: in particolare, il Teatro Nicola Degli Angeli ospiterà un convegno durante il quale numerosi esperti, dopo aver rievocato ed analizzato le cause dei drammatici eventi franosi degli anni Ottanta, illustreranno gli interventi tecnici messi in atto per fermare il dissesto idrogeologico e spiegheranno il funzionamento del monitoraggio costante che viene operato tuttora nel Borgo per garantire la massima sicurezza.

Data di pubblicazione:
26/11/2010
facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
Questo sito è realizzato da Task srl
ed è sviluppato secondo i principali
canoni dell'accessibilità.
Recupera la password
Targa blu
citta_fraternita

GUSTALARANCIONE