Nuovo anno scolastico e TEMPO PIENO

Da alcuni mesi si è valutata la possibilità di una classe a tempo pieno per i nostri bambini delle elementari. Numerose sono state le richieste in tal senso, giustificate anche dalle mutate condizioni socio-lavorative delle nostre famiglie.

Le norme che consentono l’attivazione di un “nuovo” tempo pieno sono abbastanza rigide. Per questo il lavoro svolto non è stato semplice. Siamo partiti da una assidua collaborazione con la Dirigente scolastica, da contatti ripetuti con l’Ufficio Scolastico provinciale e quello regionale, nonché con l’Assessorato regionale.

Il primo scoglio è stato quello del Personale docente. Ritenevo questo l’ostacolo più arduo, perché riguardava le figure principalmente e direttamente responsabili della formazione-educazione.

Già a fine giugno abbiamo ottenuto il nulla osta a riguardo e, ingenuamente ritenevo che il problema fosse chiuso. “Ingenuamente”, ma non troppo, perché contestualmente avevo ottenuto l’ok anche riguardo al personale ATA (i bidelli). Infatti il personale ATA dell’Istituto Comprensivo Potenza/Montelupone numericamente è sufficiente a consentire il nostro progetto di tempo pieno.

Tuttavia alcune considerazioni logistiche, legittimamente sollevate dalla Dirigente, proponevano un ostacolo per il quale i vari responsabili (provinciali e regionali) non hanno fornito soluzioni.

A questo punto (io ero in montagna con i nostri ragazzi per il campo scuola) ho dovuto elaborare con la nostra Dirigente scolastica un piano alternativo, l’unico possibile, attraverso il ricorso ad un impegno diretto del Comune. Più chiaramente: il Comune, non la Scuola, si farà carico della copertura delle ore in più generate dal tempo pieno per quanto riguarda l’assistenza ai bambini.

“Il Comune si fa carico” significa che dovranno essere impiegati fondi della nostra comunità, cioè soldi nostri. Per questo ho ritenuto doveroso dar conto della nostra scelta ai cittadini.

Siccome so che c’è sempre qualcuno che sa di sapere e la sa sempre lunga, vi garantisco che questa scelta non verrà pagata con nuove tasse.

 

Rolando Pecora

Data di pubblicazione:
01/09/2017
facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
Questo sito è realizzato da Task srl
ed è sviluppato secondo i principali
canoni dell'accessibilità.
Recupera la password
Targa blu
citta_fraternita

GUSTALARANCIONE