Comunicati Stampa

Apre il Museo Storico Fotografico

 Il patrimonio culturale del borgo si arricchisce di un nuovo presioso tassello: il Museo Storico Fotografico, che verrà inaugurato domani, sabato 5 luglio, alle ore 18. Si tratta di una straordinaria raccolta di fotografie, stampe, macchine fotografiche e cineprese, allestita all’interno di Palazzo Bordoni, appartenenti a due collezioni private del romano Adriano Andreani, appassionato di apparecchiature per la ripresa, e di Vincenzo Marzocchini di Udine, fotografo, critico, docente ed esperto di storia della fotografia. Sono ben 860 le fotografie esposte nel Museo Storico Fotografico, tutte catalogate e raffiguranti i soggetti più disparati, in un percorso che parte dalla metà dell’Ottocento per arrivare all’odierna era digitale. Si tratta di pezzi unici di notevole valore, alcuni dei quali sono opera di maestri della fotografia, e costituiscono una testimonianza preziosa dell’evoluzione della fotografia e delle tecniche di stampa, dalle albumine alle carte salate, dalle cianotipie ai dagherrotipi. Le macchine fotografiche e le cineprese presenti nel Museo, provenienti da tutto il mondo, raggiungono il ragguardevole numero di 520 unità, e tutte sono in ottimo stato di conservazione e perfettamente funzionanti. Finalmente tutti questi pezzi sono stati riuniti in un percorso espositivo che guiderà il visitatore alla conoscenza degli strumenti di ripresa e delle diverse tipologie di stampa. Alcune delle foto più antiche, di piccole dimensioni e molto preziose, saranno raccolte in delle cassettiere che verranno aperte solo durante le visite al fine di preservarne lo stato di conservazione. Il Museo Storico Fotografico è frutto di un lavoro avviato anni fa attraverso un’opera di catalogazione e raccolta e con la pubblicazione del volume “Progetto per il Museo Fotografico di Montelupone”, edito dal Comune due anni fa e curato da Vincenzo Marzocchini e Franco Cingolani, delegato FIAF (Federazione Italiana Arti Fotografiche) per la provincia di Macerata, con la preziosa collaborazione dell’assessore alla Cultura Arianna Eusepi. Allestito in pieno centro storico, esso va ad arricchire il patrimonio culturale di Montelupone, aggiungendosi alla Pinacoteca Civica “Corrado Pellini”, al Museo d’Arti e Mestieri Antichi, al Teatro degli Angeli, alla Chiesa di San Francesco (dove in questo periodo sono esposte le opere finaliste al Premio Internazionale di Satira e Caricatura) ed alla sala mostre della Chiesa della Pietà. E nell’ambito di questa inaugurazione, proprio nella Chiesa della Pietà si aprirà domani, alle ore 17,30, una mostra sulla fotografia stenopeica, basata su un procedimento particolare e molto affascinante (attraverso l’utilizzo di una macchina fotografica in cui al posto dell’obiettivo c’è un piccolo foro). Vi saranno immagini che fanno parte del Museo Storico Fotografico affiancate ad opere di importanti autori italiani e stranieri che si sono cimentati in questa tecnica, tra cui Vincenzo Marzocchini, che è anche un apprezzato fotografo e che ha curato l’allestimento insieme a Franco Cingolani. L’esposizione sarà aperta fino al prossimo 20 luglio. Cultura in primo piano, dunque, a Montelupone: dopo l’apertura dell’Ufficio del Turista e il Premio Internazionale di Satira e Caricatura intitolato a Gabriele Galantara, il Comune prosegue il percorso avviato per la valorizzazione culturale dei beni storico-artistici del borgo e dimostra di saper suscitare nei privati il desiderio di affidare collezioni private, a dimostrazione di un’evidente sensibilità dell’Amministrazione verso la tradizione, la storia, le radici della nostra terra. È possibile visitare il Museo Storico Fotografico e la mostra sulla fotografia stenopeica, oltre che tutti gli altri beni culturali del borgo, rivolgendosi all’Ufficio del Turista in Piazza del Comune, aperto tutti i giorni dalle 9,30 alle 13 e dalle 15 alle 19,30.

Informazioni

Data di pubblicazione04/07/2008
AutoreUfficio Comunicazione
Condividi
Logo del SINP - Sistema Informativo della provincia di Macerata
Il Comune di Montelupone
aderisce al SINP e al Centro Servizi Territoriale
della provincia di Macerata